27 luglio

20 08

Tutto per LUI

Conosciere Masone attraverso le vedute panoramiche

Dalla piazza della chiesa, una ripida e lunga scalinata porta alla piazza del concerto

Dopo aver preso fiato , la foto di gruppo ci sta benissimo

Il concerto sta per iniziare , le foto lo testimoniano

Una piccola parte dei numerosi fans. Il loro calore verso i Nomadi è alle " stelle "

Sempre di più

I Nomadi sempre pronti a ricambiare e trascinare il pubblico con grande professionalità

.....e andare sempre avanti, di giorno e di notte....

È un'estate strana questa, intensi temporali, intervallano giornate d'afa, dove ti leva la voglia di fare qualsiasi cosa e pensare che io in questo periodo essendo in ferie, potrei disporre del mio tempo libero a piacere. Eppure oggi è proprio una di quelle giornate che questa benedetta afa mi si è appiccicata addosso e mi trattiene a Poirino. Neppure l'idea del concerto a Masone dei Nomadi riesce a strapparmi dal ventilatore. Devo reagire, a fatica mi stacco dal divano carico di sudore, una doccia potrebbe essere la soluzione giusta, ma improvvisamente sento “ l'input “giusto, per radio (accesa in quel momento) viene trasmessa una canzone dei Nomadi, fatto! Neppure una bombola d'ossigeno avrebbe dato l'esito come una canzone, solo 20 minuti e sono già al casello di Villanova d'Asti, sull'autostrada che mi porterà nella non lontana Masone. Di Masone potrei parlarne come suggestivo comune sul confine tra Piemonte e Liguria, incastonato nel verde dell'Appennino ligure, a 403 metri sul livello del mare e a poco più di 30 chilometri da Genova, ma per quello che riguarda la storia dei Nomadi non ce né bisogno. Diciamo che non ne voglio parlare, perché penso che il ricordo delle persone, deve essere verso i momenti belli della vita, quelli che ci hanno fatto sorridere, va da se che il concerto dei Nomadi a Masone rimane una tappa fissa, solo per ricordare Augusto nei momenti appena descritti. Scrivo come appassionato, non come storico di questo gruppo, molte altre persone ne avrebbero cose da dire, ma ci vuole poco a capire che su questa piazzetta di Masone si percepiscono emozioni maggiori di qualsiasi altro posto. L'entusiasmo dei fans è quello giusto né troppo né poco, quasi a non disturbare momenti difficili del passato del gruppo di Novellara. Ci sono le stelle questa sera su Masone, proprio quelle che cantava Ago in una canzone, tante piccole luci ad illuminare questa storia fantastica. Ci sono riuscito a rovinare tutto, non dovevo parlare di ricordi, ma è stato quasi inevitabile, in fin dei conti i Nomadi, per voce del bravissimo Danilo Sacco, dedicavano tutto il concerto ad Augusto. Le foto di questa pagina appena viste attraverso l'entusiasmo della gente, a differenza di queste poche righe lasciate di corsa, esprimono forse meglio il concerto 2008 di Masone.

aldo

fine costruzione