San Paolo Brescia 1 marzo

Chiusa la breve parentesi Sanremese e spenti i riflettori sul tradizionale appuntamento di Novellara per ricordare Augusto Daolio, i Nomadi riprendono ad essere nomadi, riportando le loro canzoni in giro per l'Italia. Tocca a San Paolo di Brescia ospitare l'inizio del nuovo tour annuale, sotto l'enorme tendone blu montato per l'occasione nell'ampio parcheggio asfaltato del centro sportivo di San Paolo, sul quale anche i nostri piedi hanno gioito.( scansato il pericolo del ghiaione ) Assente Giorgio ( beato lui in viaggio di piacere nella sempre bellissima Roma ) in questa trasferta si uniscono a me Giò e Rino amici di Torino , veri intenditori della storia " nomade ". I Nomadi sono carichi, si vede , il riposo invernale li ha giovato , anche se sono sempre richiesti da ogni parte per incontri extra musicali. In queste prime battute, si capisce che il gruppo di Novellara vuole in qualche modo continuare la strada percorsa nel periodo invernale con il loro tour teatrale, riportando all'ascolto i brani storici che li hanno resi famosi. Non mancano di certo le ultime novità , che a mio modesto parere sono già dei successi. Niente nebbia questa sera, il vento gelido che spira ed arriva dai balcani, tiene distante la nebbia, dov 'è di casa in questi posti, lasciando a me e hai miei compagni di viaggio, un rientro rapito e carico di soddisfazione , nella nostra terra piemontese.                                     aldo

Giusto segnalare un piccolo inconveniente alla fine del concerto, nel momento in cui vengono sollevati gli striscioni simboli dei fans club., a testimonianza della loro presenza. Purtroppo lo striscione della Provincia Granda involontariamente è stato ammucchiato in sieme ad altri accanto ad un faro appoggiato sul palco, che ha provocato con il suo enorme calore un buco nel medesimo. Nulla di grave, ma sembra corretto segnalarlo verso tutti i fans della Provincia Granda, che in questo striscione ricordano anni di concerti con i Nomadi.                                   aldo